DIARIO DI GRAZIA.IT

ABOUT

Un diario collettivo dove la nostra famiglia di blogger, collaboratori e il network internazionale di Grazia si raccontano.

TWITTER

CONTRIBUTORS

  • Sara Moschini

  • chiara da col

  • Gabriele Verratti

  • Barbara Sallustio

  • Francesca Crippa

  • Sara Reverberi

  • Daniela Losini

  • Michela Marra

  • Grazia.it

  • Grazia International


POST PIÙ LETTI

ARCHIVIO



  • Ghesquière racconta (finalmente) le cause del “divorzio” da Balenciaga

  • BY Gaia De Vecchi
  • L’addio è stato proclamato a Novembre 2012 e da allora Nicolas Ghesquière ha scelto di non rilasciare dichiarazioni sulla dolorosa rottura.
    Dopo 5 mesi di silenzio il designer ha deciso di raccontare i motivi reali dietro all’addio da Balenciaga, la Maison della quale si è occupato anima e cuore per 15 anni.
    La rivista System Magazine ha intervistato diverse volte Ghesquière tra Dicembre 2012 e Marzo e per la prima volta il designer ha rivelato di aver lasciato il ruolo da direttore creativo perché «ha finito per sentirsi troppo solo. Avere uno studio e un team di progettazione meravigliosi non è bastato davanti alla mancanza di sostegno sul lato puramente business».
    La notizia del suo addio è stato un vero e proprio schock per gli addetti ai lavori e lo stesso Ghesquière  conferma di aver riflettuto a lungo sulla scelta.
    «Non c’era una direzione. Penso che con Karl Lagerfeld e Miuccia Prada, si senta che sono i creativi ad avere il potere. E’ stato in quel periodo  che ho sentito la gente dire “Il tuo stile è così Balenciaga ora, non è più Nicolas Ghesquière, è lo stile di Balenciaga”. Tutto è diventato disumanizzato. Ho cominciato a sentire come se venissi risucchiato, come se volessero rubare la mia identità, cercando di omogeneizzare le cose”.
    «Negli ultimi due o tre anni è stata una frustrazione dopo l’altra. Era la mancanza di cultura che mi ha dato veramente fastidio, alla fine. I pezzi più forti che abbiamo creato per la passerella  sono stati ignorati dal lato business.»
    Nel momento in cui la Maison ha dato l’annuncio, il designer era in Giappone per un viaggio spirituale e ha saputo della reazione meravigliata da parte del mondo fashion solo al suo rientro: «Non mi sono espresso fino ad ora, ma vorrei dire grazie a tutti, sono davvero grato.Qualunque sia la scelta che farò,tutte le possibilità sono aperte e questo è stato confermato con lo scioglimento del mio nome da Balenciaga. Sono di nuovo rigenerato e questo è molto eccitante, perché è una sensazione che non ho più provato da quando avevo vent’anni.»  Che dire se non bonne chance à toi.